In un recente tweet Gavin Andresen ha dichiarato che Bitcoin potrebbe essere stato “dirottato” da Blockstream.  Andresen iniziò ad occuparsi di Bitcoin nel 2010 ed è stato lo sviluppatore principale del software client Bitcoin Core dopo la scomparsa di Satoshi Nakamoto. Nel 2012 fondò la Bitcoin Foundation e qualcuno ha anche ipotizzato che sia proprio lui a nascondersi dietro la falsa identità di Satoshi. Tuttavia, da febbraio 2016 ha cessato di contribuire allo sviluppo di Bitcoin Core ed

Aifi anticipa i tempi. Prima che il decreto Rilancio lo facesse diventare elemento strategico per la ripartenza economica del Paese, l’Associazione italiana del Private equity, Venture capital e Private debt ha promosso un tavolo sul Technology transfer, il trasferimento tecnologico che si propone di facilitare la condivisioni delle competenze maturate all’interno dei laboratori di ricerca con i protagonisti del comparto produttivo. Passare, insomma, dall’idea alla sua realizzazione. I partecipanti al

Dai minimi del 10 maggio il prezzo di Bitcoin ha iniziato a riprendere quota dopo l’affondo che aveva fatto temere a poche ore dall’halving e si riporta in queste ore ad un passo dai 10.000 dollari. Questo movimento è sostenuto dall’intero settore e ha visto ottime reazioni anche da parte di alcune big. In queste ultime ore Ethereum, che lunedì scorso ha visto i prezzi rompere il canale rialzista che stava accompagnando i rialzi

L’eclettico CEO di Tesla Elon Musk non smette di stupirci e continua a proporre prodotti unici Era una promessa, e Elon Musk è abituato a mantenerle, anche quando si tratta di “missioni” che sembrano impossibili. Una batteria in grado di fornire un’autonomia elettrica da 1 milione e 600.00 km, sembra assurdo ma è così, la nuova impresa eccezionale di Tesla. Praticamente in questo modo la vita di questi elementi diventa infinita e

Dopo i problemi di privacy, quelli di cybersicurezza per Zoom. La popolare app di videoconferenze, che ha registrato un boom in questo periodo di quarantena, è stata presa di mira dagli hacker e ora oltre 500mila credenziali di utenti sono in vendita nel dark web. E il prezzo per ogni account è irrisorio e in alcuni casi le credenziali sottratte sono addirittura gratuite. Lo ha scoperto la società di sicurezza

Oggi si è verificato il secondo calo più pronunciato di sempre della difficulty del mining di Bitcoin. Si è passati da 16,55 T a 13,91 T, con un calo di quasi il 16%. Era da metà gennaio 2020 che la difficulty non era così bassa. Si tratta del secondo calo più pronunciato di sempre, dietro quello di ottobre 2011, ma davanti a quello di dicembre 2018, dovuto ad un altro crollo del

Apple sarebbe in procinto di rilasciare un nuovo paio di cuffie wireless, e di farlo a breve. Nell’inventario dello store americano Target , come vi abbiamo raccontato, sono comparsi infatti svariati prodotti della mela morsicata ancora non annunciati. Apple TV, iPod Touch e un nuovo paio di AirPods, tutti uniti dallo stesso suffisso: “X generation”. E proprio sulle misteriose nuove AirPods possiamo tornare per fare qualche considerazione, e capire di cosa si potrebbe trattare e

Il valore in borsa dell’azienda di auto elettriche Tesla ha raggiunto i 102,7 miliardi di dollari (circa 90 miliardi di euro) e Tesla è diventata quindi la seconda società automobilistica per valore in borsa, scavalcando il gruppo Volkswagen, la cui capitalizzazione è di poco meno di 100 miliardi di dollari. La prima società in questa classifica è Toyota, che vale più di 230 miliardi di dollari. Al risultato di Tesla ha contribuito

La nanomedicina apre un nuovo mondo nella diagnosi precoce contro i tumori, dove insegna la Fisica delle nano strutture, la capacità di lavorare sulla stessa scala alla quale la natura costruisce atomi e molecole. Si possono così creare molecole artificiali e nano strutture alle quali possiamo conferire le proprietà desiderate a seconda del nostro scopo». Un esempio, già realtà per alcune forme di cancro, è la ricerca attraverso le analisi

il futuro è all’ insegna della lotta al tumore, una guerra che  deve passare proprio dalle minuscole misure nano,  il nostro nemico, il cancro, è molto astuto: le cellule cancerose, infatti, sono più “forti” di quelle sane, sono spesso impermeabili e sono capaci non solo di moltiplicarsi, ma anche di acquisire modi per resistere agli attacchi delle cure. Motivo per cui spesso accade che una terapia dopo un po’ non