I diversi dati diffusi dagli scienziati negli ultimi anni descrivono un quadro devastante. Ma potremmo salvarci se proteggessimo il 30% del Pianeta Guardate una foto dall’alto di Woodstock, scattata nel 1969. Provate a immaginare che quella folla oceanica venuta ad adorare Santana, Janis Joplin o Jimi Hendrix, sia composta da animali. Sapete, al giorno d’oggi, passati cinquant’anni, quanti ne rimarrebbero? Meno della metà. E’ un gioco visivo, una proporzione che

BARI – In Italia i tassi di sopravvivenza a 5 anni dalla diagnosi di malattie oncologiche sono più elevati rispetto alle media europea. Emerge dal rapporto ‘State of Health in the EU: Italy. Country Health Profile 2019’ presentato a Bari. Per il tumore alla prostata in Italia la sopravvivenza è del 90% contro una media dell’87% nel resto d’Europa. Per il cancro ai polmoni è del 16% in Italia e

Nei giorni scorsi si è parlato molto di misure anti inquinamento da particolati (le sostanze sospese nell’aria che hanno una dimensione fino a 100 micrometri, PM10, PM 2,5) in Lombardia, che si sono tradotte in uno stop alla circolazione dei veicoli più inquinanti, motori Euro 4 diesel compresi. A quanto pare però la situazione è più pericolosa di quanto si pensa. Secondo quanto riporta  la nota associazione milanese Cittadini per

Al giorno d’oggi, è ormai assodato che i fattori che portano a vivere più a lungo sono la genetica e l’ambiente, oltre a stili di vita sani e salutari. Ma una recente ricerca britannica rivela che anche l’arte e la cultura sono strettamente legate alla longevità. Lo studio è stato pubblicato sul numero di Natale del British Medical Journal (BMJ) ed è firmato dai ricercatori dell’University College London (UCL). Vita più lunga grazie a